24 ottobre

1893 

CHIANCIANO Terme – Nasce Ricciotti Chiezzi, bracciante e socialista. Attivo dall’immediato dopoguerra, condannato a 1 anno di carcere nel novembre 1921 quale Ardito del Popolo. Viene ammonito nel febbraio 1927 e prosciolto lo stesso anno per l’amnistia natalizia. La stessa misura gli viene inflitta nel settembre 1938 per ascolto di radio straniere con uguale proscioglimento nel Natale successivo. E’ ancora vigilato nel 1942 (CPC).

1894 

CHIUSDINO – Nasce Egisto Montomoli. Fa l’elettricista e risiede a Torino. Già socialista e Guardia Rossa nel 1920-21, poi passato al Pci, viene arrestato il 31.5.1930 perché sospettato di avere issato una bandiera rossa su una ciminiera delle Ferriere Piemontesi e per questo confinato a Lipari per 1 anno, interamente scontato. E’ ancora vigilato dal regime fino al 1942 almeno (CPC).

1900 

VOLTERRA – Nasce lo scultore comunista Augusto Bongini. Viene arrestato il 2 aprile 1932 per organizzazione comunista, deferito al Tribunale Speciale, poi liberato il 12 novembre 1932 per amnistia. Tuttavia nel 1941 viene radiato dal Casellario Politico, evidentemente non ritenuto più pericoloso dal regime (CPC).

1914

CHIANCIANO Terme – Nasce Priamo Papini.  Schedato come comunista, viene ammonito nell’ottobre 1938 per ascolto di radio Mosca, poi prosciolto in ricorrenza del natale dello stesso anno. Il regime non abbassa però la vigilanza su di lui almeno fino al 1942 (CPC).

MONTECALVOLI – Comizio socialista contro la guerra nell’ ambito di una intensificazione della lotta contro l’interventismo italiano (MOE).

1915

PIOMBINO – All’età di 49 anni, muore improvvisamente Ferruccio Niccolini, ingegnere volterrano, dirigente del Partito Socialista (CLP).

1918

PIOMBINO – Arresto dei giovani socialisti Ruggero Rebecchi e Luigi Polano, rispettivamente segretario locale e nazionale della Federazione Giovanile Socialista. Quest’ ultimo sarà successivamente uno dei fautori della ” mobilitazione della forza proletaria armata ” (FAR).

1922

LIVORNO– Il gerente de “La Parola dei Socialisti”, Manlio Cancelli, viene condannato ad un anno di reclusione e 1.000 lire di multa per diffamazione contro il segretario cittadino dei fascisti Marcello Vaccari, reo di “aver aggredito a colpi di rivoltella un corteo fumebre” di un sovversivo (RLL).

1926

LIVORNO – Arresto del comunista Archisio De Carpis che sarà condannatoa  4 anni di confino, poi ridotti a 2 in appello (CPC).

1930

LIVORNO – Perquisiti e fermati per cinque giorni gli anarchici Virgilio Antonelli, Brunetto Brellini e Manlio Del Guerra (RLL).

1938 

SIENA – Per l’ennesimo alterco con dei fascisti, viene arrestato il calzolaio comunista Giuseppe Massai che subirà una condanna a 3 anni di confino (CPC).

1943 

PORTO S.STEFANO – Primo bombardamento alleato sul paese. Alla fine saranno ben 82 le incursioni con bombe ed innumerevoli i mitragliamenti, protrattisi fino al 7 giugno. Oltre il 90% delle abitazioni, alla fine della guerra, risulteranno danenggiate (BAM).

TATTI– La Banda del Massetano, guidata dai partigiani Cerboni e Menchini, assale la caserma dei Carabinieri e occupa la sede del Fascio prelevando viveri e munizioni (CRT – ACG – RCR).

1944

PORTOFERRAIO – In una relazione si annotano circa 200 stupri perpetrati sulle donne elbane soprattutto dalle truppe coloniali francesi cui, dopo l’occupazione dell’ isola, vengono concesse 48 ore di impunità durante le quali si fa scempio di ogni cosa si trovi sulla loro strada (www.pranzosociale.org).