6 dicembre

1866

LIVORNO – Nasce Leone Alberto Orvieto, ebreo deportato dai nazifascisti e deceduto ad Auschwitz (EIT).

1886 

CECINA – Nasce Tito Vezio Ponzini. Partigiano nel reggiano dal 15/6/1944 al 30/4/1945 con la Brigata Barbolini in qualità di medico della divisione partigiana (UBO).

1888

GROSSETO – Nasce Maria Assunta Becarelli, anarchica protagonista di molte agitazioni sindacali in Grosseto e Piombino. Moglie del fornaio libertario Antonio Menci, condivide con lui la persecuzione fascista (Vedi Biografia R/esistente).

1910

PORTOFERRAIO – Nasce Luigi Bulleri, fabbro. Residente a Peccioli, viene arrestato l’11 gennaio 1943 per adesione ad associazione antifascista, proposto per il confino, poi solo ammonito (CPC).

1914

ABBADIA di Montepulciano – Viene pubblicato nella prima pagina del settimanale “Il Lavoratore” (periodico socialista dei collegi elettorali di Montepulciano e Montalcino) l’annuncio della imminente costruzione ad Abbadia di Montepulciano della Casa del Popolo, una delle prime edificate in provincia di Siena. Padri del progetto sono il professore universitario Gaetano Viciani e Leone Migali, segretario della locale sezione socialista. Ma la nascita della Casa del Popolo avviene soprattutto grazie ai sacrifici di tante donne e uomini che prestano gratuitamente (oltre al denaro) la loro fatica (Punto paas di Abbadia di Montepulciano ).

1920

LIVORNO – Nasce Guglielmo Semini,  nome di battaglia Boris, partigiano combattente nella Resistenza piemontese con la 79ª Brigata Garibaldi (IRT).

PIOMBINO – La Magona licenzia 28 scaricatori dipendenti per infrazione delle clausole contrattuali(FAR).

1925

PIOMBINO– Malato da tempo, muore il medico Goffredo Jermini, attivissimo socialista (OdT).

1926

FOLLONICA – Nasce Luigi Gabrielli, da Augusto e Maria Erbosi. Nel 1943 è residente a S.Benedetto Val di Sambro, dpve svolge la professione di muratore e dove partecipa alla Resistenza nella Brigata Stella Rossa Lupo. E’ riconosciuto partigiano dal 10 luglio 1944 alla Liberazione (DBPB).

GROSSETO – Arresto del comunista Marino Magnani che vedrà infliggersi una condanna a 5 anni di confino (CPC).

PITIGLIANO – Arresto di Ercole Gervasi, comunista “irriducibile avversario del regime”: subirà una condanna a 5 anni di confino (CPC).

1930 

LIVORNO – Con l’accusa di “organizzazione comunista“, arresto del facchino livornese Alcide Lotti (CPC).

1937

ITALIA del Nord – A Torino ed in altre località settentrionali si procede all’ arresto di molti anarchici ed antifascisti accusati di cospirazione. Tra di loro figurano gli operai metallurgici Ilio e Giuseppe Baroni di Massa Marittima, Gualberto Mussio di Piombino, Magno Magnozzi di Campiglia Marittima, Tersilio Mirolli, Achille Magenta e Tillo Ticciati di Massa Marittima, Telemaco Giuntini di Pontedera,  Giuseppe Damiani di Piombino, Leopoldo Lieti di Siena (RLL).

1943 

PORTOFERRAIO – In seguito ad un attentato contro alcuni esponenti fascisti, vengono arrestate 40 persone poi rilasciate (CRT).

S.GIMIGNANO – Violenze e numerosi arresti ai danni di antifascisti (CRT).

1969 

PIOMBINO – Sciopero a Piombino, con manifestazione di protesta dopo l’incendio della ‘tenda dei lavoratori’ eretta in piazza Verdi ( CFC ).