17 ottobre

1854 

PISA – Nasce Pirro Orsolini, internazionalista, condannato innocente per un attentato, morirà in carcere.

1881 

GABBRO – Nasce Valentino Tei, di Alessandro. Di professione ”terrazziere”, anarchico, controllato e schedato dal 1920 al 1942 (PVQ,54).

1887

SANT’ILARIO – Sul Corriere dell’Elba viene pubblicata una lettera nella quale Pietro Gori rifiuta le intimidazioni giuntegli attraverso lettere minatorie da Marina di Campo (Lo Scoglio).

1902

S.MINIATO – Nasce l’antifascista Gino Neri  ” di Sante, residente a Empoli, barbiere. Colpito da mandato di cattura 27/8/1932 Giudice Istruttore Tribunale Speciale Difesa Stato … Connotati: statura alta, bruno, capelli castani, occhi castani ardesiaci, naso gibboso, neo castano narice destra” (BDR 01346 1932 – CPC ex IDA).

1905

PONTEDERA – Nasce Umberto Rossi, pseudonimo Nicolò. Membro della FGCI dal 1922, condannato in contumacia per l’omicidio di un fascista a 21 anni di carcere, emigra in Francia nel 1925 e nello stesso anno in URSS. Viene inviato a Kerč’, poi si trasferisce a Novorossijsk e qui arrestato presumibilmente nel 1937 nell’ambito delle repressioni staliniane.  Condannato al lager e inviato in Siberia (www.memorialitalia.it). Scompare nel gulag staliniano (CPC).

1909 

S.GIULIANO Terme – Nell’allora Bagni di S.Giuliano, nasce Vittorio Burchielli, antifascista processato dal Tribunale Speciale del Fascismo (CPC ex IDA).

1920 

ISTIA D’ Ombrone – Nasce Corrado Matteini, commerciante di carne, renitente alla leva fascista, catturato disarmato, sarà fucilato dai repubblichini di Pucini e De Anna insieme ad altri 10 giovani a Maiano Lavacchio (tra loro suo fratello minore Emanuele), dopo un processo farsa, il 22 marzo 1944 [MBG].

1921

LIVORNO – La notte diversi fascisti e sovversivi si affrontano a colpi di pistola in via dell’ Indipendenza, presso la fiaschetteria di Florindo Fontanelli. Vi sono dei feriti e, una volta tanto, vengono arrestati dei fascisti per detenzione di armi. Infine va a vuoto l’agguato contro il noto squadrista nazzareno Andrea Giovannucci (RLL).

1922

LIVORNO – I fascisti invadono il circolo comunista in via Santa Fortunata bruciando le suppellettili scampate alla precedente distruzione del 3 agosto (RLL).

1927

TRIBUNALE SPECIALE – I deputati comunisti Grieco e Molinelli fanno stampare a Roma, dal novembre 1925 al luglio 1926, migliaia di manifestini e di giornali destinati a tutta l’ltalia. Si tratta, in gran parte, di materiale autorizzato, ma la polizia ne approfitta per un’offensiva contro l’organizzazione comunista del 5° Segretariato, comprendente varie regioni. In Toscana viene per questo condannato a 2 anni e 6 mesi il giornalista massetano Emilio Zannerini (1891) per Associazione e propaganda comunista, incitamento alla disubbidienza e all’insurrezione ( TSF Sentenza n. 39 del 17-10-1927  Pres. Sanna – Rel. Buccafurri ).

1941

PIOMBINO – Sui muri dell’asilo Sparger de La Magona D’Italia, si scoprono le scritte ” Viva la Russia. Morte a Mussolini. Operai svegliatevi. Viva la Francia. ” (FAR).

TORINO – La Commissione di polizia  manda al confino per 4 anni l’anarchico piombinese Luigi Ravenni, rientrato in Italia dopo un lungo esilio (RLL).

1973 

LIVORNO – Scioperano per un’ora i portuali, manifestando la loro contrarietà alla guerra in corso in Medio Oriente e chiedendo che “i porti del Paese non vengano utilizzati in azioni che contribuiscono ad allargare il conflitto“. L’occasione è data dall’attracco in porto di una nave americana ( CFC ).