12 ottobre

1876 

LIVORNO – Nasce Arturo Montecorboli, ebreo deportato dai nazifascisti e deceduto ad Auschwitz (EIT).

 1884

MONTEROTONDO Marittimo – Nasce l’anarchico Alfredo Cinci, emigrato ed attivo negli Stati Uniti.

1902

CASTIGLIONE d’Orcia – Nasce Severino Bianchini, carpentiere, comunista poi residente a Genova. Attivo nell’immediato dopoguerra, nel PCI dal 1921, subisce vari fermi negli anni successivi. Nel dicembre 1926 viene ammonito e si rende irreperibile. Lo ritroviamo un anno dopo a Milano nel novembre ’27 dove è fermato e condannato a 4 mesi di reclusione per contravvenzione al monito e deferito al Tribunale Speciale per organizzazione comunista: la condanna è di 8 anni, 6 mesi di reclusione a Castelfranco Emilia. Nel corso di questo processo si proclama comunista rifiutando di rispondere alle domande del presidente e viene allontanato dall’aula per evitare dichiarazioni di fede al momento della lettura della sentenza. Liberato per amnistia l’ 11 novembre 1932 e incluso nell’elenco delle persone da arrestare in determinate circostanze. Bianchini non si piega e il 23 agosto 1934 viene arrestato per ricostituzione di partito disciolto e confinato per 5 anni (Ponza, Tremiti): durante questo internamento è condannato a 10 mesi di carcere per partecipazione ad agitazione collettiva a Ponza. Liberato il 24 giugno 1940, dopo appena 3 giorni viene internato a Manfredonia e Tremiti dove “serba pessimo comportamento mantenendo inalterate le sue idee sovversive”. Liberato nel settembre 1943 (CPC).

1908

CHIUSI– Nasce Mario Racchi, meccanico, attivista anarchico condannato nel 1928 dal Tribunale Speciale del Fascismo a  1 anno per “Cospirazione”.

1924 

SIENA – Nasce Rodolfo Zinelli, nome di battaglia “Dolfo“, partigiano nella Resistenza emiliana nel periodo dal 9/5/1944
al 25/4/1945 per la IIª Brigata Beretta  (UBO).

1934 

LIVORNO – Nasce Aldo Levi, ebreo deportato dai nazifascisti e deceduto ad Auschwitz (EIT).

1943 

CAMPIGLIA Marittima – Presso il Monte Calvi, a casa Damiani, riunione del nucleo partigiano della zona  cui partecipano i Delegati Regionali dei Comitati di Resistenza Cappelli e Bitossi (RAM).

1946

SINALUNGA – Il popolo di Sinalunga elegge come proprio sindaco il comandante partigiano Nello Boscagli, del Gruppo Divisioni A.Garemi (ResistenzaToscana.it)