10 aprile

1882 

ROSIGNANO Marittimo – Nasce Rinaldo Marinari, di Santi. Operaio e anarchico, sorvegliato dal 1906 al 1933, anno della sua radiazione dal casellario Politico (PVQ,47).

1902

LIVORNO – Nasce Alcide Cafferata, conciapelli, repubblicano poi schedato come comunista. Espatriato clandestinamente nel 1926, iscritto in Rubrica di Frontiera, fermato al rientro  e diffidato per attività comunista svolta a Marsiglia. Arrestato il 25 marzo 1937 per ascolto con altri di Radio Barcellona, confinato 2 anni a Tremiti. Prosciolto condizionalmente il 24 agosto 1937 (CPC). Muore nel 1973 per un incidente stradale nella sua città (RLL).

1905

PORTOFERRAIO – Nasce Cafiero Meucci. Pellettiere, anarchico attivo politicamnte dall’immediato dopoguerra, risiede per un certo tempo a Torino, poi emigra clandestinamente nel 1924 ed è iscritto in Rubrica di Frontiera per propaganda antifascista in Francia e Svizzera. Nel 1936 viene segnalato quale combattente in Spagna, nel 1940 internato in Belgio. I tedeschi lo traducono in Italia nel giugno 1942 e qui viene condannato al confino alle Tremiti per 5 anni, pena interrotta nel settembre 1943 (CPC).

1913 

POGGIBONSI – Nasce Edoardo Guidi, verniciatore, comunista. Arrestato nell’aprile 1941 per diffusione di notizie apprese da Radio Londra e da Radio Mosca, condannato dal Tribunale Speciale ad un anno di reclusione a Roma. Liberato nell’aprile 1942 e diffidato, dal marzo 1943 è richiamato alle armi (CPC).

1916 

PIOMBINO – Nasce Aldo Malavolti, il partigiano Mollo, combattente in Piemonte con la Formazione Carderai e successivamente con la  operante nella IIª Zona Susa Sangone (IRT).

1920

PIOMBINO – Come titolerà successivamente ” Il giornale del Tirreno “, durante la processione del Gesù Morto in Piombino si hanno ” deplorati incidenti, revolverate, sassate, feriti, arresti ” di cui vengono riconosciuto colpevoli gli anarchici Egizio Cennini, indicato come il condottiero, Giuseppe Magni, Adriano Vanni, Egidio Panigali ed Enrico Volpi, incolpati del reato di disturbo di funzioni religiose (FAR).

1921 

GROSSETO – Si svolge il primo congresso provinciale del neo costituito Partito Comunista.

S.ANGELO in COLLE – Sciolta d’autorità dagli squadristi la Lega mista dei sindacati (SQU).

1922

GIUNCARICO – Lo squadrista Giovanni Migliori [S. Lucido prov. di Cosenza, 13.3.1903] ”impartisce una lezione” ad un comunista ma, nella subitanea ”rivincita”, resta ucciso da questi con una fucilata. Per rappresaglia i fascisti distruggono il circolo della sinistra giuncarichese (SQU – FSC). In un agguato notturno, perde la vita il fascista Giovanni Miglioli di 18 anni: la reazione degli squadristi in camicia nera porta alla devastazione di un circolo ritenuto sovversivo (SCA).

1923

LIVORNO – Nasce Vasco Rabà, ebreo arrestato a Casoli di Camaiore (Lu,) deportato dai nazifascisti e deceduto ad Auschwitz (EIT).

1937

PORTOFERRAIO – Il comunista di Capoliveri Ugo Cardenti emigra clandestinamente in Corsica insieme ai soldati Marino Mazzetti, Giuseppe Boretti e Eugenio Giovanardi, confinati in un reparto militare della caserma De Laugier (RLL).

1944

AUSCHWITZ – Nel campo di sterminio nazista, non sopravvivono alla shoah: Albertina Pitigliani [figlia di Leone Pitigliani e Elena Ida Toscano, nata a Pisa il 25 agosto 1877. Vedova di Bonaventura Guetta ed arrestata a Firenze], sua sorella Evelina Nella Pitigliani [nata a Pisa il 20 ottobre 1883 ed arrestata a Firenze, la madre Elena Ida Toscano [figlia di David Toscano e Sofia Abuccari, nata a Livorno il 4 aprile 1855. Coniugata con Leone Pitigliani ed arrestata a Firenze] e Bianca Salmoni [figlia di Giuseppe Salmoni e Virginia Modigliani, nata a Pisa il 14 febbraio 1883. Arrestata a Casale Monferrato].

CASOLE D’ELSA – Il tenente Stoppa, con la sua squadra partigiana, occupa la miniera di magnesite di Querceto asportando una notevole quantità di dinamite con la quale, la notte stessa, in prossimità dellla strada Colle di Val d’Elsa-Colonna di Montarrenti, fa saltare in aria un traliccio della linea primaria ad alta tensione Larderello-Ponticino (RGB – PBA-RMAA).

CASTELNUOVO BERARDENGA – In paese vengono rinvenute scritte inneggianti all’ Italia ed all’Unione Sovietica (CRT).

CASTIGLIONE della PESCAIA – Attaccato e incendiato autocarro germanico. 1 tedesco ucciso (CRT).

FOLLONICA – Presso il paese, non lontano dal mare, avviene la prima riunione in zona per lanciare la parola d’ordine dello sciopero contro la guerra nelle fabbriche di Piombino. Alla riunione sono presenti Aramis Guelfi, Renato Bitossi (Giulio), Federigo Tognarini, Lucarelli, Albano ed un’altra persona (LDIIR).

FOLLONICA – ” Il 10 Aprile 1944, lungo la spiaggia di Follonica (Grosseto), venne rinvenuto, abbandonato un MAS, contenente una mitragliatrice, sei moschetti , ”mitra” e indumenti vari. Interessata la X Flottiglia Mas per il recupero del materiale. Indagini in corso per stabilire la provenienza dell’imbarcazione. ” (NGNR del 19/04/1944).

GIUNCARICO – La Banda Tirli-Catiglione attacca e distrugge un autocarro tedesco nei pressi di Doganella non lontano dal Bivio per Giuncarico (RGT).

HARTHEIM – Nel lager tedesco, da deportato, muore Goffredo Scacciotti, nato a Rio Marina il 27-6-1894 [EDM].

LIVORNO – Agenti di PS collaborano coi partigiani della Oberdan Chiesa per recuperare armi da depositi tedeschi in città ed a Coteto (CRT).

MARINA di GROSSETO – Attaccate dai partigiani postazioni antiaeree tedesche (CRT).

MASSA Marittima – Nei pressi del paese, la Banda Camicia Rossa fa saltare un ponticello sulla rotabile provinciale (Rel. Formazione – RAM).

MURCI – “ Il 10 Aprile 1944, nel territorio di Murci Pomonte(Grosseto), un reparto della G.N.R durante un’azione di rastrellamento, riuscì a liberare il milite Francesco Ghini, catturato dai ribelli nei giorni scorsi. ” (NGNR del 16/04/1944).

PORTO S.STEFANO – Entra in porto il MAS 505 proveniente dalla Sardegna, i cui marinai fascisti ammutinati avevano ucciso i 3 ufficiali di bordo, fedeli all’opzione antifascista, raggiungendo la Toscana per mettersi a disposizione dei nazisti: verranno inquadrati nella X flottiglia MAS della RSI (CRT).

S.GIMIGNANO – Partigiani disarmano una guardia locale, triumviro del PFR (CRT).

SOVICILLE – La XXIII Brigata Garbaldi ‘Boscaglia’ fa saltare un traliccio dell’alta tensione presso la Colonna di Montarrenti.

TRAVALE – Viene distrutta dai partigiani del tenente medico Giorgio “Paolo” Stoppa la sede del Fascio di Travale e si asportano viveri ed indumenti necessari al fabbisogno delle formazioni ribelli (RGB).

1945

AUSCHWITZ – Nel lager nazista  dove è deportata, muore l’ebrea livornese  Donna Altaras (LXX).

FRONTE RAVENNATE – Muoiono due volontari antifascisti inquadrati nel nuovo esercito italiano: Gino Fruschelli di Costafabbri e Mario Morgantini di Chiusi (BPA).

GUSEN – Nel lager tedesco, da deportato, muore Silvio Giulio Pelagatti, di Alceste, nato a Livorno nel 1889 [EDM].