Piombino: Per un 1° Maggio di risveglio e di lotta

aprile 28, 2011 | Agenda Rossa

 

Per un 1° Maggio di risveglio e di lotta

 

Sono passati cento anni dalla morte di Pietro Gori, ma i motivi che avevano animato la sua lotta e quella di generazioni di sfruttati e oppressi, sono rimasti immutati. Gli Stati e i poteri hanno cambiato nome e colore, sempre uguali invece le condizioni di vita di milioni di persone. Quello

che sorprende è la passività nei confronti di questi poteri e l accettazione della politica degli stati,

che generano esclusivamente oppressione, guerre continue, produzioni di morte, leggi razziste,

sfruttamento per i più ed arricchimento per i pochi, negando in maniera totale le basilari libertà

vitali. Localmente, anche qui a Piombino non può non mancare lo sdegno verso un potere politico

ed economico che da decenni ha condizionato la vita di chi ci vive. La fabbrica risente di una crisi

industriale che rende evidente il fallimento di un sistema capitalistico , che prima violenta e

modifica un intero territorio sfruttandone ogni risorsa e poi scarica sui lavoratori e sulla popolazione

decenni di devastazione ed avvelenamenti. E quando poi il settore industriale non è più redditizio

ecco che la devastazione si accompagna al miraggio turistico; porti e cemento, intere spiagge

distrutte e quelle poche rimaste quasi per intero privatizzate. Questo per loro è lo sviluppo

sostenibile, il giusto abbinamento tra industria e turismo; da una parte inquinamento e produzioni a

rischio dall altra il trastullo per danarosi proprietari di megabarconi. I politici in parlamento fanno il

loro, nelle amministrazioni regionali provinciali , comunali lo stesso. gli industriali e i padroni vari

pure. Noi, non solo possiamo farne a meno, ma è fondamentale non pensare che diventando uno di

loro che le cose possano andare meglio. Altri esempi, altri modi di vivere, altre aspettative ci

separano da un potere che sempre di più mostra il suo vero aspetto decrepito e agonizzante. «Il

popolo fa da se», diceva Pietro Gori, questa massa di politicanti, a volte anche pericolosi per le sorti

dell intera umanità, potrà continuare a fare questo fino a che gli sarà permesso , fino a che quel

piccolo seme di consapevolezza, germogliando, riuscirà a scrollarsi di dosso questo peso

opprimente.

 

Ore 10- Deposizione corone via L.Landi,via Gori,via Ferrer

ore 11- Comizio in piazza Verdi.Segue pranzo al mare

FEDERAZIONE ANARCHICA ELBANO MAREMMANA

PIOMBINO

f.i.p. via Pietri 9

25/04/2011

Post a Comment