28 agosto

1869 

CASTELLINA in Chianti – Nasce Pasquale Ugolini. Socialista schedato fin dal 1896, attivo in campo politico e sindacale. Diffidato dal regime fascista nel 1931, muore nel 1935 (CPC).

1874

PISA – La repressione politica porta alla chiusura del “Caffè Sociale” di Flaminio Zoppi, internazionalista, e di altre fiaschetterie cittadine (ALS).

1884

CHIANCIANO Terme – Nasce Settinio (Settimio)  Casaglia, operaio telefonico. Socialista attivo dall’immediato dopoguerra, divenuto comunista va a risiedere a Firenze. Ripetutamente fermato nel 1925-1926, viene arrestato il 18 novembre 1926 e confinato per 3 anni a Ponza, pena sospesa per deferimento al Tribunale Speciale con l’imputazione di ”organizzazione comunista” per la quale è condannato a 4 anni di reclusione. A fine mese il 19 marzo del 1930 è rimandato al confino, poi commutato in ammonizione dal 9 luglio dello stesso anno. Risulta ancora vigilato nel 1942 (CPC).

1891

MONTIERI – Nasce Giulio Niccolini. Manovale residente a Roma, nel gennaio 1942 viene ammonito dal regime fascista perché di religione Pentecostale e prosciolto un anno dopo per l’intervento dell’amnistia concessa in occasione del ventennale (CPC).

1893 

TATTI – Nasce ” Annibale Bertini di Luigi, residente a Bon Encontre – sospetto anarchico da vigilare e segnalare. Connotati: statura bassa, roseo, capelli e occhi castani, fronte larga ” ( Questura di GR – 25/04/1937 + BDR pag.52 ).

1899

LIVORNO – Nasce Danilo Mannucci. Vetraio, Ardito del Popolo nel 1921-22, ripetutamente fermato e diffidato. Nel febbraio 1923 è arrestato per complotto contro i poteri delllo Stato, prosciolto, espatria clandestinamente in Francia dove svolge intensa attività antifascista. Ammonito al rimpatrio, nel 1935, prosciolto nel maggio 1936 in occasione della proclamazione dell’impero. Ancora arrestato il 26.6.1936 per aver ripreso l’attività e confinato (Amantea, Fuscaldo, Ponza) per 5 anni. A fine pena, nel giugno 1941, riassegnato per 2 anni al confino per la cattiva condotta tenuta in colonia fino alla sua liberazione nel giugno 1943 (CPC).

1904

SINALUNGA – Nasce Angelo Grassi. Muratore e comunista, è iscritto in Rubrica di Frontiera per attività antifascista svolta in Francia. Nel 1937-38 segnalato quale combattente nelle Brigate Internazionali in Spagna. Nel 1939 internato in Francia nei campi di prigionia di S. Cyprien, Gurs e Vernet (CPC).

1905

LIVORNO – Nasce Alfredo Carpita, marittimo. “Antifascista tra i più turbolenti a Livorno“, varie volte condannato per scontri con fascisti, lesioni, oltraggi, viene arrestato nel 1934 per tentato espatrio clandestino e condannato a 4 mesi di carcere e 3.000 lire di ammenda. Riesce ad espatriare all’inizio del 1936 ed è iscritto in Rubrica di Frontiera. Muore con il fratello, per un incidente di lavoro a Marsiglia nel 1936 (CPC).

1909

PIOMBINO – Il giornale socialista La Fiamma riporta che l’operaio Oscar Pasquinucci cade sul posto di lavoro da 10 metri di altezza e si uccide: risulta che nella quindicina precedente aveva lavorato 261 ore, più di 17 al giorno (CCO).

1919

FOLLONICA – I socialisti ‘disturbano’ un comizio repubblicano: i carabinieri intervengono arrestando un militante armato di ‘uno stilo triangolare’ e di una ‘rivoltella a tamburo’ (MCD).

1921

ABBADIA S.SALVATORE – Gli squadristi in camicia nera uccidono vigliaccamente Tito Prezzolini durante uno dei loro raid.

PIOMBINO – Manifestazione degli Arditi del Popolo contro il decreto ministeriale che impone loro di sciogliersi. Si invitano le organizzazioni proletarie “a restare ferme al loro posto di battaglia” contro i fascisti “fiduciose di avere la solidarietà incondizionata morale e materiale del locale battaglione Arditi” (RLL).

S.MINIATO– Alcuni socialisti adunati nel paese sono feriti dai fascisti (MOE).

1923

MASSA Marittima – Nasce Gilberto Costagli, col nome di battaglia “Siena“, sarà partigiano in Emilia dal 20/81944 al 25/4/1945 nella Brigata “Nino Siligato” (UBO).

VECCHIANO – Nasce Giero “Jon” Giari, partigiano nella Resistenza piemontese, combattente della 16 ª Brigata Garibaldi. Capo squadra, viene ferito alle gambe durante un’azione. (IRT).

1928

PISA – Nasce Arturo Profeti, nome di battaglia Toscanino, partigiano combattente nella Resistenza piemontese con la 181ª Brigata della 10ª Divisione Garibaldi (IRT).

1931 

LIVORNO – Per sfuggire al fascismo, salpano, a bordo di una grossa “bilancella zavorriera” denominata “Ebe”, Otello Baccicalupo e Athos Riso di Livorno, Angelo Alcibiade Pedini di Collesalvetti e Eugenio Sperti di Fauglia: il giorno seguente sbarcano clandestinamente sulla spiagga còrsa di Portovecchio (RLL).

SIENA (luogo presunto) – Muore in manicomio il contadino comunista Quintilio Massai: vi era stato internato per i numerosi fermi subiti, perché trovato in possesso di armi non denunciate ed accusato di ”mancato omicidio politico” (CPC).

1944 

MANCIANO – Il tenente partigiano Antonio Lucchini viene confermato alla carica di Sindaco dal C.L.N. (AGA).

S.GIULIANO TERME – Nel territorio comunale, Giovanni Pancaldi è vittima dei nazifascisti (Progetto Memoria – Regione Toscana ).

VECCHIANO – In località Filettole, il pievano di Valdicastello viene ucciso da militari tedeschi (CRT).

1973

PISA – Si verificano tafferugli fra militanti di Lotta continua e paracadutisti che avevano intonato inni fascisti ( CFC ).

1976

ISOLA DEL GIGLIO – Sono rimessi in libertà per decorrenza dei termini di custodia preventiva i fascisti Franco Freda e Giovanni Ventura ai quali viene, però, imposto il confino nell’ Isola del Giglio. Per protesta contro la scarcerazione, all’ Isola del Giglio e a Grosseto è indetto uno sciopero con blocco del porto isolano ( CFC ).