13 agosto

1895

S.CROCE sull’ Arno – Nasce Nasce Gino Giannoni, combattente in Spagna nelle Brigate Internazionali (OSR).

1902

LIVORNO – Nasce Ranieri Gazzetti, vetraio, attivista della cellula comunista delle Vetrerie Rinaldi di Livorno, condannato è arrestato il 17 novembre 1931 per associazione antifascista e condannato dal Tribunale Speciale a 2 anni di reclusione a Spoleto. L’amnistia per il ‘decennale‘ fascista lo rende libero l’ 11 novembre 1932. Viene vigilato ancora per anni, almeno fino al 1939(CPC).

CECINA – Nasce Alfredo De Dionigi, manovale e repubblicano arrestato nel marzo 1927 per offese al capo del governo, assolto per insufficienza di prove. Comunque resta vigilato almeno fino al 1942 (CPC).

1904

CECINA – Nasce Alfeo De Dionigi, antifascista processato dal Tribunale Speciale del Fascismo (CPC ex IDA).

1916

FOLLONICA – A  testimonianza dell’aspra diversità di giudizio sulla partecipazione dell’Italia alla Grande Guerra, il foglio repubblicano L’Etruria, interventista, registra che ” alcune signorine ” provenienti da Massa Marittima sventolando un tricolore, sono state aggredite dalle donne del paese. Ma non è l’unico episodio che farà discutere: poiché questo stesso giorno si sparge la notizia della presa di Gorizia  gli interventisti chiedono la fermata del lavoro delle fonderie in segno di giubilo, ottenendo però soltanto il permesso di una bandiera tricolore sventolante sul cancello di ingresso, insieme alla scritta ‘W l’Esercito’ . Poche ore dopo, la bandiera viene ” da mano ignobile stercata e la scritta W l’esercito trasformata in W la Turchia ” (DFDF).

1921

GAVORRANO –Per rappresaglia politica, la Miniera Montecatini di Gavorrano licenzia l’anarchico massetano Silvio Quintavalle.

PISA – Nasce Enzo Remorini, nome di battaglia Remi, partigiano combattente nella Resistenza piemontese con le Brigate Garibaldi e la Divisione Italo Rossi (IRT).

1922

PONSACCO – Nasce Luigi Bellucci, partigiano combattente nel Lazio nelle formazioni di “Bandiera Rossa” (ANPI Roma).

1926 

LIVORNO – Nasce Nilo Giaconi. Sarà qualificato partigiano dal 25/7 al 7/10/1944 nella sezione Comando di Brigata non indicata. Combatte a Rocchetta, Sassoguidano, Ranocchio, Lizzano in Belvedere, Porretta (UBO).

1929

LIVORNO – Arresto del fornaio repubblicano Celestino Bandinelli per aver partecipato allo sciopero del 1° agosto, giornata internazionale di lotta contro la guerra e per la difesa dell’ Unione Sovietica, malgrado le minacce fasciste (RLL).

1931

COLLE di Val d’Elsa – Liberazione di 13 antifascisti colligiani arrestati nel marzo precedente in seguito a una delazione: alcuni di loro dovranno abbandonare il paese e le rispettive famiglie a causa delle continue persecuzioni, cosa che li condannerà ad una vita di estreme ristrettezze economiche (MAC). Il loro rilascio avviene per non luogo a procedere in seguito a mancanza di prove (ACV,75).

1943

LIVORNO – Già da alcuni giorni il governo badogliano ha emanato disposizioni drastiche sull’arresto preventivo di ” facinorosi ritenuti capaci di turbare l’ordine pubblico “: a questa data, tra Livorno e provincia, ne hanno fatto le spese 8 comunisti, 2 anarchici e solamente 5 fascisti (LDIIR).

GERMANIA – Da militare internato nello Stammlager X A/ArbeitKommando 1470/Matricola 65381, muore Luigi Fusi, nato a Monteriggioni l’11 luglio 1924 [DDS].