20 luglio

1870

ORBETELLO – Nasce Umberto Pasella, battagliero sindacalista in Emilia, Liguria e, soprattutto, nel piombinese. Tenace interventista già prima del ’15 – ’18, termina la sua parabola negativa nel peggior modo, aderendo al fascismo con ruoli di vassallaggio nel sindacalismo nero (CLP).

1883

LIVORNO – Nasce Margherita Guetta, ebrea deportata dai nazifascisti e deceduta ad Auschwitz (EIT).

SIENA – Nasce Dino Bonaiuti, esercente. Trasferitosi a Roma viene arrestato il 17 settembre 1941 per offese alla memoria di Bruno Mussolini, figlio del duce, e per questo confinato a Lungro per 2 anni. Poi prosciolto condizionalmente il 13 novembre 1942 per l’amnistia del ventennale (CPC).

1892

MONTEROTONDO Marittimo – Nasce l’anarchico Rinaldo Bertini. “Segatore di pipe”, collaboratore delle pubblicazioni “Il Martello” e “L’avvenire anarchico”, già internato durante la prima guerra mondiale per la sua opposizione all’ entrata in guerra. Attivo a San Vincenzo, Reggio Calabria e Cecina, non mostrò mai cenni di cedimento al regime che non cessò di sorvegliarlo.

1899 

COLLE di Val d’Elsa – Nasce Dino Marchi, bracciante e comunista attivo nei primi anni del regime fascista, subisce un arresto nel marzo 1931 ma poi è prosciolto dal Tribunale Speciale. Arriverà anche la radiazione dal casellario Politico nel 1938, presumibilmente non più ostile al regime (ACV,108).

1911

POGGIBONSI – Nasce il falegname comunista Alceste Cenni. Fratello di Carlo, che ne condivide la sorte, nel maggio 1933, in compagnia di alcuni amici, si scontra con i fascisti mandandone 6 all’ ospedale. Arrestato e ammonito nel maggio 1934 per attività comunista, è prosciolto nel maggio 1936 in occasione della proclamazione dell’ impero. Nel 1942, sotto le armi, risulta ancora vigilato dai fascisti (CPC).

1914 

S.MINIATO – Nasce Attilio Salvadori, bracciante, arrestato nelluglio 1938 per organizzazione comunista, assolto per insufficienza di prove dal Tribunale Speciale. Risulta essere ancora vigilato nel 1942 (CPC).

1919

CHIUSDINO – “Bandiera Rossa – La Martinella” riferisce che ” il giorno 20 è stato formato un grandioso corteo con alla testa la musica, al suono degli inni proletari percorse le vie del paese preceduto da un simpatico gruppo di giovani ciclisti e da un numeroso drappello di guardie rosse col bracciale; diversi giovanetti […] portavano in cima a delle aste dei cartelli con le seguenti scritte: Via dalla Russia e dall’ Ungheria ! Vogliamo la smobilitazione generale dell’ Esercito ! Libertà ai condannati politici e militari ! Viva l’Internazionale dei Lavoratori ! L’immensa folla si portò in piazza del Plebiscito dove fu tenuto il comizio” (PPT).

GROSSETO – Il Prefetto relaziona al Ministero di comizi e proteste a Follonica, Pitigliano, Monterotondo Marittimo e nel capoluogo (PPT).

LIVORNO – Contro il caro-viveri si tiene un comizio con i deputati Merloni e Mazzoni (PPT).

PITIGLIANO – Comizio e agitazioni contro il caro-viveri (PPT).

1920

ORCIANO Pisano – Nel corso di uno sciopero per i patti colonici, i carabinieri uccidono il contadino Pietro Casini (OSR).

1921

LIVORNO – Nella notte tra il 20 ed il 21, nel quartiere Colline, sovversivi affrontano la Guardia Regia ma hanno la peggio. Vengono così arrestati, anche con l’accusa di far parte degli Arditi del Popolo, Alfio Bianchi, Dino Galei, Aristide Codevino (o Codorico) impiegato di 21 anni, l’operaio Gino Guadagni, il disoccupato Raffaele Aprea, il vetraio Renato Bendinelli (45), il muratore Pietro Nuti, il salumiere Enrico Nuti (22), Umberto Janda (43) ed i fornai Dino Petrocchi e Mario Cioni, rispettivamente di 19 e 18 anni (RLL).

1922 

CASTELFRANCO di Sotto – Nasce Fulvio Cristiani, col nome di battaglia Sander, partigiano combattente nella Resistenza piemontese con la 31ª BRigata dell’ 8ª Divisione Val Orco, per la quale resterà ferito in combattimento.(IRT).

1925 

SIENA – Nasce Alfredo Gattarelli, partigiano in Emilia dal 20/8/1944 al 25/4/1945 nella Brigata “Santo Barbagatto” (UBO).

 

1944

ABBADIA di Montepulciano – Una mina inesplosa uccide con il suo scoppio il colono Angelo Lorenzoni nei pressi della Serra. Nel vano tentativo di soccorrerlo, la madre Maria Giomarelli correndo verso il figlio, mette i piedi sopra un’altra mina che la dilania inesorabilmente. Stessa sorte era toccata tre giorni prima all’operaio ferroviere diciannovenne Giannino Fanciulli saltato sopra un ordigno nei pressi di un ponte sulla strada per Grosseto (Punto paas).

LIVORNO – La Brigata Garibaldi ‘Oberdan Chiesa’ entra in Livorno.

MONTI PISANI – In seguito a divergenze militari tattiche, il capitano Luigi Franceschi lascia il comando della Formazione Nevilio Casarosa e gli subentra il tenenete Ilio Cecchini (RMAA).

PISA – A Barbaricina i tedeschi uccidono 4 persone e fanno saltare i 3 pricipali ponti sull’ Arno (CRT).

RADDA in CHIANTI – Sulla strada per Greve, incendiate 2 autobotti tedesche cariche di benzina (CRT). Liberazione dal nazifascismo del paese (Regione Toscana).

S.GIULIANO Terme – Sui monti che sovrastano il paese, il partigiano nardino Barsotti esegue l’ordine diramato dal C.L.N. catturando il maresciallo di P.S. Vollo, agente dell’ O.V.R.A. fascista. Consegnato alla formazione del Monte Faeta, dopo giorni di prigionia, il Vollo sarà graziato e liberato (RMAA).

SORANO – Luigi Scossa, socialista, contadino, già sindaco negli anni precedenti all’avvento del fascismo viene nominato alla guida dell’ Amministrazione Comunale (AGA).

1947

MONTEROTONDO Marittimo – Anche il paese di Monterotondo m.mo inaugura una lapide a Pietro Gori.

1958

PIOMBINO – A Poggio all’Agnello, presso Piombino, sono arrestati 8 lavoratori scioperanti, accusati di azioni contro il crumiraggio e di resistenza alle forze dell’ordine, e rinchiusi nel carcere di Cecina.