Archive for aprile, 2011

7 maggio – Pisa: IN PIAZZA PER RICORDARE FRANCO SERANTINI

aprile 28, 2011 | Agenda Rossa



7 MAGGIO 2011 -  IN PIAZZA PER RICORDARE FRANCO SERANTINI: UNA GIORNATA DI MEMORIA, ANTIFASCISMO,  CULTURA, AMBIENTE E SOCIALITA'.  «NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE» -  esposizione sulla psichiatria, carcere e istituzioni totali  a cura del collettivo antipsichiatrico A. Artaud e Zone del silenzio -  a seguire musica con i  SAMBALORDI,  gruppo percussioni afro-brasiliane -  a partire dalle 13 fino alle 17 -  in Piazza Serantini (Piazza S. Silvestro) -  con corteo fino a P.zza S. Caterina -  Circolo Culturale Biblioteca F. Serantini, Associazione amici della  Biblioteca F. Serantini ONLUS, Progetto Rebeldia, Collettivo  antipsichiatrico A. Artaud, Associazione Aut Aut, Tijuana project,  Sinistra ecologia e libertà Federazione di Pisa, Zone del silenzio,  Newroz, Gruppo anarchico Kronstadt, Rifondazione comunista  Pisa, Circolo Agorà, Lega Ambiente di Pisa.  in collaborazione con la festa del Distretto di economia solidale  Alt(r)o Tirreno.

1° Maggio a La Leccia (Castelnuovo di Val di Cecina): appuntamento classico di musica e R/esistenza

aprile 28, 2011 | Agenda Rossa



primo-maggio-2011-b (cliccare sul link) Quest'anno, per l'occasione del 1° Maggio, abbiamo ribattezzato la toponomastica delle strade del borgo della Leccia, a cominciare dalla piazzetta dei concerti dedicata ai MARTIRI di CHICAGO, per continuare con VIA PLACIDO RIZZOTTO (sindacalista ucciso dalla mafia), VIA SPARTACO LAVAGNINI (sindacalista ucciso dai fascisti), VIA BRUNO BUOZZI (sindacalista ucciso dai nazisti), VIA PIETRO GORI, scalinata KARL MARX, una strada dedicata a quella bellissima figura di combattente antifascista (in Italia, Spagna, Etiopia, Cina e Francia ...) che fu ILIO BARONTINI ...

Piombino: Per un 1° Maggio di risveglio e di lotta

aprile 28, 2011 | Agenda Rossa



  Per un 1° Maggio di risveglio e di lotta   Sono passati cento anni dalla morte di Pietro Gori, ma i motivi che avevano animato la sua lotta e quella di generazioni di sfruttati e oppressi, sono rimasti immutati. Gli Stati e i poteri hanno cambiato nome e colore, sempre uguali invece le condizioni di vita di milioni di persone. Quello che sorprende è la passività nei confronti di questi poteri e l accettazione della politica degli stati, che generano esclusivamente oppressione, guerre continue, produzioni di morte, leggi razziste, sfruttamento per i più ed arricchimento per i pochi, negando in maniera totale le basilari libertà vitali. Localmente, anche qui a Piombino non può non mancare lo sdegno verso un potere politico ed economico che da decenni ha condizionato la vita di chi ci vive. La fabbrica risente di una crisi industriale che rende evidente il fallimento di un sistema capitalistico , che prima violenta e modifica un intero territorio sfruttandone ogni risorsa e poi scarica sui lavoratori e sulla popolazione decenni di devastazione ed avvelenamenti. E quando poi il settore industriale non è più redditizio ecco che la devastazione si accompagna al miraggio turistico; porti e cemento, intere spiagge distrutte e quelle poche rimaste quasi per intero privatizzate. Questo per loro è lo sviluppo sostenibile, il giusto abbinamento tra industria e turismo; da una parte inquinamento e produzioni a rischio dall altra il trastullo per danarosi proprietari di megabarconi. I politici in parlamento fanno il loro, nelle amministrazioni regionali provinciali , comunali lo stesso. gli industriali e i padroni vari pure. Noi, non solo possiamo farne a meno, ma è fondamentale non pensare che diventando uno di loro che le cose possano andare meglio. Altri esempi, altri modi di vivere, altre aspettative ci separano da un potere che sempre di più mostra il suo vero aspetto decrepito e agonizzante. «Il popolo fa da se», diceva Pietro Gori, questa massa di politicanti, a volte anche pericolosi per le sorti dell intera umanità, potrà continuare a fare questo fino a che gli sarà permesso , fino a che quel piccolo seme di consapevolezza, germogliando, riuscirà a scrollarsi di dosso questo peso opprimente.   Ore 10- Deposizione corone via L.Landi,via Gori,via Ferrer ore 11- Comizio in piazza Verdi.Segue pranzo al mare FEDERAZIONE ANARCHICA ELBANO MAREMMANA PIOMBINO f.i.p. via Pietri 9 25/04/2011

25 Aprile: Ancaiano e dintorni

aprile 22, 2011 | Agenda Rossa





22/25 Aprile – Grosseto: il Festival Resistente !

aprile 14, 2011 | Agenda Rossa



Dal 22 al 25 aprile, l'importante e ormai storico Festival Resistente. Cliccare sul link per il programma: brochure-festival-resistente-20111

25 aprile – Montieri: Ora e Sempre Resistenza

aprile 12, 2011 | Agenda Rossa



volantino-25-aprile-2011 L' ultradecennale ritrovo degli antifascisti Militanti dell' Alta Maremma.

16 aprile – Follonica: concerto per l’acqua pubblica e contro il nucleare

aprile 12, 2011 | Agenda Rossa





15 e 16 aprile – Gavorrano: 2 iniziative ANPI

aprile 12, 2011 | Agenda Rossa



Venerdì 15 aprile alle ore 21 nel Centro Congressi della Porta del Parco, in località i Bagnetti presso la PORTA DEL PARCO – CENTRO CONGRESSI di Gavorrano avrà luogo un concerto musicale de I suonatori della boscaglia, gruppo musicale acustico che presenterà un repertorio di musiche della Resistenza e musiche popolari.                             I Suonatori della Boscaglia sono un gruppo di recente formazione, totalmente acustico, con un repertorio che può spaziare dalla tradizione contadina toscana ai canti del lavoro, da quelli popolari di Maremma al Maggio. Il gruppo è composto da Giorgia Sacconi (voce), Paola Perullo (voce), Michele Bertaccini (sax soprano), Fabio Elmini (chitarra), Marcello Conti (fisarmonica) e Aldo Montalti (contrabbasso). L’ingresso è gratuito.   Sabato 16 aprile alle ore 18 nella sede della Biblioteca Comunale in piazza XXIV maggio a Gavorrano si parlerà invece di “ Resistenza tra storia e territorio: gli eroi non sono anonimi” e lo scrittore Nedo Bianchi presenterà  il libro “ Mafalda e la siepe di ginestre”. Il prof. Daniele Luti sarà il relatore